Ayurveda

L’ayurveda è la medicina tradizionale utilizzata in India fin dall’antichità, diffusa ancora oggi nel sub-continente più della medicina occidentale. Gli elementi della medicina ayurvedica, su cui fonda la sua efficacia, tradizionalmente sono:

Il paziente o la persona che manifesta un bisogno, un disturbo o una malattia;
I medicamenti e gli strumenti terapeutici: stile di vita, alimentazione, trattamenti fisici di depurazione;
L’assistente, i familiari del paziente e/o l’operatore ayurvedico che esegue i trattamenti fisici;
Il medico che effettua la diagnosi e imposta la terapia, coordinando tutte le attività.

In Italia e, più generale, in occidente il medico ayurvedico ha anche altri ruoli importantissimi, quali, valutare criticamente la diagnosi secondo la Medicina Tradizionale (Allopatica): interpretare ayurvedicamente gli esiti degli esami e degli accertamenti diagnostici; coordinare le diverse modalità terapeutiche allopatiche, omeopatiche o altre già in atto e quelle ayurvediche; informare il paziente delle assonanze e delle differenze concettuali e pratiche fra l’approccio allopatico e quello ayurvedico.

 

Di frequente capita che il ricorso alla Medicina Ayurveda sia l’ultima possibilità da sperimentare, dopo che altre metodiche terapeutiche hanno fallito o non soddisfatto pienamente. Ci si rivolge all’Ayurveda come ad un’ultima “speranza” – sperare è certamente molto cristiano ma non ha nulla a che fare con la medicina, qualunque essa sia. Guarire è possibile, ma è sempre il risultato del livello di responsabilità realmente assunto nel percorso di cambiamento consigliato.

Tutti i percorsi terapeutici efficaci implicano un cambiamento.

Cambiare significa “reimpostare” le proprie abitudini e le terapie in atto. E’ quindi necessario l’instaurarsi di un nuovo sistema di “valori” inteso in senso lato: emotivo, razionale, fisiologico, relazionale. Una “malattia” è, infatti, un processo di manifestazione di uno squilibrio energetico/psichico/spirituale precedente, è la “risposta” del nostro organismo a una necessità.

Curarsi è, perciò, un’azione che richiede consapevolezza e senso di responsabilità, per poter generare un reale cambiamento, che inevitabilmente, come tutti i cambiamenti di abitudini consolidate, richiede impegno e può generare anche un certo grado di “sofferenza”. Le indicazioni della Medicina Ayurvedica tendono a minimizzare impegno, sforzo di volontà, sofferenza, ma non possono essere eliminati completamente.

Ascoltatevi per star meglio.

Le consulenze con il nostro medico sono su appuntamento Mensile.

Chiedi Informazioni!

Se vuoi informazioni su questi servizi scrivici a contact@policrea.com o chiama il +39 338 4484067

Controlla il calendario per eventi e appuntamenti particolari!